La giornata d


La giornata d

Venerdì 24 gennaio nell'Aula Magna dell’Università “La Sapienza” di Roma le classi terze dell'Alfieri hanno commemorato la giornata della memoria con lo spettacolo "I luoghi della Memoria" Lettere, diari, poesie e testimonianze della Shoah letti dagli allievi delle classi IIIA, IIIB, IIID, IIIF della scuola secondaria di I grado “Vittorio Alfieri”.

Erano presenti anche alcune autorità come il presidente della fondazione del Museo della Shoah di Roma, Leone Paserman, l'ambasciatore di Israele in Italia e il presidente della comunità ebraica Riccardo Pacifici, che è rimasto talmente commosso da parlare dello spettacolo nell'intervista rilasciata al quotidiano "La Repubblica ".

I giovani attori e i giovani spettatori di venerdì scorso sono stati definiti da Pacifici "la bella gioventù che non trova mai la ribalta" perchè la stampa dà eco solo agli atti di violenza e di razzismo e troppo poco ai messaggi di pace e conciliazione.

I luoghi della Memoria è stato il momento conclusivo di un progetto, scritto e diretto da Simonetta De Nichilo e Guido D'Avino e promosso dal Dirigente scolastico Carla Alfano nella scuola secondaria di I grado Vittorio Alfieri, che ha unito la dimensione geografica a quella storico-culturale (i luoghi e la memoria) attraverso il linguaggio teatrale.

Grazie alla sinergia tra docenti, allievi e pedagoghi teatrali, i ragazzi hanno raccontato la storia del nostro territorio negli anni 1938-1945 in un un viaggio poetico in cui i ragazzi “hanno donato la propria voce” a coloro che hanno subito le persecuzioni naziste.

Partendo dai luoghi della memoria di Roma: il Portico d’Ottavia, la Sinagoga, il Collegio Militare, la Stazione Tiburtina, i ragazzi hanno raccolto materiali, testimonianze, documenti storici, personali riflessioni e racconti dei loro nonni e/o conoscenti che sono stati testimoni di quegli anni per raccontare uno dei capitoli più bui della nostra storia recente.
Per non dimenticare.

 Alla manifestazione hanno contribuito anche il coro della 2E diretto dal prof. Cecilia e il Coro dell'Alfieri diretto dal prof Scutiero.